Mobile4Innovation

Direttore: Mauro Bellini Responsabile scientifico: Filippo Renga

studi e ricerche

App Store e Google Play, cresce del 67% il fatturato da App in un anno, trascinato da Spotify e Netflix

Secondo Sensor Tower, nell'ultimo trimestre 2016 il negozio digitale di Apple ha incassato 5,4 miliardi di dollari (+60%) e quello del mondo Android 3,3 miliardi (+82%). Il servizio di musica in streaming e Facebook sono le App più scaricate

17 Gennaio 2017

Un aumento addirittura di due terzi del fatturato in un solo anno. Questo il risultato dei due principali store di Mobile App per smartphone e tablet: App Store di Apple, e Google Play per il mondo Android. Lo riferisce Sensor Tower con un report relativo al quarto trimestre 2016, secondo il quale le entrate prodotte da tutte le applicazioni - giochi compresi - distribuite tramite i due mega "negozi digitali" sono cresciute del 67% rispetto allo stesso periodo del 2016, salendo da 5,2 miliardi a 8,7 miliardi di dollari.

Tra i due, come riferisce un articolo su CorCom, l'App Store di Apple resta predominante, facendo segnare nell'ultimo trimestre 2016 un fatturato di 5,4 miliardi di dollari, cioè il 60% in più di 12 mesi fa. Ma il Play Store di Google mette a segno un'importante accelerazione nel tasso di crescita, salendo da 1,8 miliardi a 3,3 miliardi di dollari, con un incremento addirittura dell'82%.

Spotify per i ricavi e Facebook per i download sono le app "regine"

Escludendo i giochi, tra le app che più hanno contribuito alle entrate dell'App Store c'è Spotify, il noto servizio di musica in streaming. L'app si è collocata in testa alla classifica complessiva dei ricavi (compresi quelli di Google Play). Sull'App Store l'app di Netflix si è piazzata al secondo posto, seguita delle applicazioni di Line (per i messaggi), Pandora (radio in streaming), HBO Now (TV) e Tinder per gli incontri.

Quanto ai download, la regina indiscussa è Facebook. Il social network è in testa ai download complessivi per il 2016 e a quelli del Google Play. L'App Store vede invece in cima Messenger, sempre del gruppo Facebook, che è al secondo posto seguita da WhatsApp (anche questo del gruppo guidato da Mark Zuckerberg). Messenger e WhatsApp occupano il podio anche nella classifica complessiva e in quella del Google Play. Snapchat in tutte è al quinto posto, preceduta da Instagram nella classifica generale e in quella del Google Play. Su App Store la quarta app più scaricata è stata invece YouTube.

Articoli Correlati

Mobile App, 6 consigli per rendersi interessanti tra 6 milioni di concorrenti sugli Store

Il mercato delle app vale ormai oltre 41 miliardi di dollari, e ogni italiano ne ha 30 sullo smartphone. Ma una su 4 di quelle scaricate viene cancellata dopo un solo utilizzo. Posizionamenti e accorgimenti di marketing sono importanti, ma user experience e utilità rimangono gli elementi decisivi

Come fare fatturato con le App e rimanere visibili sugli app store: la ricetta di Innogames

Con 150 milioni di giocatori (6 milioni in Italia), la casa tedesca è tra i principali sviluppatori di online game. Il suo modello, ci spiega uno dei manager, si basa su download gratuiti con "comfort" a pagamento, una forte community che garantisce recensioni, raccomandazioni e consigli per nuove funzioni, e una robusta infrastruttura IT

Per gestire la Mobility, le aziende italiane hanno scelto gli Enteprise Application Store

Il 71% delle imprese che hanno già introdotto o stanno introducendo delle Mobile App ha adottato un EAS per controllarne uso e distribuzione. Molte usano questi strumenti anche per monitorare l’utilizzo e gli aggiornamenti di smartphone e tablet. L’analisi dell’Osservatorio Mobile Enterprise del Politecnico di Milano: «L’EAS può diventare il “distributore” delle funzionalità della intranet e dei Sistemi informativi aziendali su Mobile»

Sale del 60% il numero di App scaricate. Boom dell’in-app purchase

Nel 2013 il numero di download toccherà i 102 miliardi, con un fatturato totale di 26 miliardi di dollari, ma la crescita rallenterà nei prossimi anni. Sempre più rilevante la spesa per versioni più ricche o contenuti aggiuntivi di App già acquisite