Mobile4Innovation

Direttore: Mauro Bellini Responsabile scientifico: Filippo Renga

digital automotive

BMW, la Serie i si può personalizzare e ordinare sullo smartphone con la realtà aumentata

Presentata al CES 2017 una mobile app che rende virtuale lo showroom: incentrata sui due modelli elettrici i3 e i8, offre funzioni di esplorazione immersiva, grazie alla tecnologia di Google Tango, ma anche di scelta degli optional, e di invio dell'ordine al concessionario

19 Gennaio 2017

Presto gli appassionati di auto BMW potranno visualizzare sul loro smartphone i modelli della Serie “i” (i3 e i8, a trazione elettrica) in 3D, sfruttando la realtà aumentata e godendo di un'esperienza immersiva. In dettaglio, potranno girare intorno all'auto, apprezzare i dettagli dell'abitacolo e decidere su una varietà di opzion, tra cui modello, colore, tipo di ruote rivestimenti interni, con la possibilità inoltre di accendere il motore e le luci e ascoltare la radio come se si fosse a bordo.

Sono solo alcune delle funzionalità di una nuova Mobile App presentata al CES di Las Vegas, in pratica uno showroom virtuale nel palmo della mano, sviluppata per conto di BMW da Accenture grazie alla tecnologia Tango di Google.

Dopo aver personalizzato l’automobile, con questa App il cliente può salvare le preferenze sulle opzioni e inviarle alla concessionaria per poi effettuare ulteriori cambiamenti prima dell’acquisto. L’App consente anche di fotografare la schermata e di condividere la configurazione preferita sui social media o per e-mail.

Alla base di tutto questo come accennato c'è Google Tango: tecnologia sensoriale, tracciamento del movimento, area learning e percezione della profondità per generare l’interazione. Tango permette ai dispositivi mobili di muoversi nel mondo fisico come si muove un essere umano, e comporta un nuovo tipo di percezione dello spazio per i dispositivi Android in quanto aggiunge la visualizzazione avanzata al computer, l’elaborazione delle immagini e speciali sensori di visualizzazione. Un dispositivo abilitato a Tango mappa l’ambiente circostante a 360 gradi, così che, quando si muove, il device stesso naviga e visualizza l’ambiente nella sua mutevolezza proprio come farebbe una persona. Poiché è visualizzata mediante il dispositivo, l’auto virtuale si muove in relazione al movimento dell’utente.

L’App realizzata da Accenture (che ha sostenuto l’integrazione strategica di Tango nel processo di vendita del Gruppo BMW, offrendo all’azienda un ulteriore elemento per promuovere l’uso del digitale nelle proprie attività commerciali) sarà disponibile nel Google Play Store, e rappresenta un progetto pilota che coinvolgerà diversi concessionari BMW, all'interno di una strategia volta a rivoluzionare le modalità di scelta delle auto grazie a un processo più interattivo.

Articoli Correlati

Connected Car, il digitale sconvolge il settore auto: i possibili ruoli di costruttori, colossi del digitale, pure player, e telco

Davanti alla rivoluzione in atto nel comparto, quali carte possono giocare case automobilistiche, OTT come Apple e Google, specialisti della telematica e operatori telecom per posizionarsi nel modo più vantaggioso? Senza dimenticare il ruolo fondamentale dei Governi, che non hanno ancora preso posizione

Internet of Things, entro due anni ci saranno più oggetti connessi che smartphone

I prodotti "smart" saranno 28 miliardi entro il 2021. L'Europa occidentale sarà la regione traino, grazie a contatori intelligenti, auto connesse, e alla diffusione del 5G. Ma circa il 90% del traffico dati mobile sarà comunque generato dagli smartphone, soprattutto per video streaming

Nissan, l'auto elettrica è connessa e tutta gestita via software

Al MWC di Barcellona in grande evidenza il mondo automotive. Il colosso giapponese in particolare ha presentato un nuovo modello della linea LEAF che ottimizza i consumi, migliora del 26% l'autonomia di circolazione, e monta una nuova versione del sistema di infotainment NissanConnect EV

L'ultima versione della Toyota Prius

Toyota: loyalty, assistenza per l'auto e Apple Pay, tutti nella App

Il colosso giapponese creerà negli Stati Uniti la prima piattaforma mobile che unisce marketing, fidelizzazione e customer care, estesa anche al marchio Lexus. L'obiettivo ultimo è essere sul display dello smartphone quando il consumatore inizia a informarsi per l'acquisto della prossima auto