Mobile4Innovation

Direttore: Mauro Bellini Responsabile scientifico: Filippo Renga

Mobile Banking

UniCredit, prestiti "full mobile" fino a 5000 euro in pochi minuti

Il servizio CEE (Credit Express Easy) permette ai correntisti di richiedere un finanziamento con tre semplici passaggi sullo smartphone, tramite app o mobile site, senza doer caricare documenti: basta l'autorizzazione tramite firma digitale

12 Settembre 2016

Considerato per decenni tra gli ambiti più burocratici e tradizionali, il bancario è però strutturalmente un settore tra i più soggetti alla rivoluzione digitale, e quindi uno dei più avanzati in questo tipo di innovazione. Dopo la prima "generazione" di servizi messi a disposizione della clientela prima su pc e poi su Mobile (consultazioni del conto corrente, bonifici, compravendita di titoli, ecc.), adesso è l'ora di quelli di seconda generazione, tra cui alcuni inimmaginabili solo pochi anni fa, come la richiesta e ottenimento di prestiti entro la giornata, o addirittura in pochi minuti.

Un esempio di questo tipo è UniCredit, che ha sviluppato con l'aiuto di Corvallis il servizio CEE (Credit Express Easy), che permette ai correntisti del gruppo bancario di richiedere un prestito da 1000 a 5000 euro con tre semplici passaggi sullo smartphone (tramite app o mobile site, senza richiesta di documentazione ma con autorizzazione tramite firma digitale) e ottenerlo entro pochi minuti. Come spiega Marco Postiglione, Project Manager di Corvallis, in questa videointervista, questi tempi così ridotti sono possibili grazie a un accurato screening del parco clienti, basato su una serie di parametri che delineano i profili considerati affidabili. In questo modo il sistema può autorizzare automaticamente l'erogazione del finanziamento rispettando i criteri di risk assessment dell'istituto. Un contributo decisivo alla digitalizzazione di un comparto spesso imbrigliato da legacy tecnologiche e che è valso a Corvallis la nomination tra i finalisti dei Digital360 Awards nella categoria CRM/Soluzioni per Marketing e Vendite.

 

Articoli Correlati

Unicredit e la terza fase del digital banking: «I clienti operano e dialogano con noi via smartphone»

L'istituto sta ridisegnando il sito web («l'home banking diventerà il canale di comunicazione ufficiale») e la Mobile App, che già ora permette aperture di conto con riconoscimento via selfie ed erogazioni di prestiti in tempo reale. «La parola d'ordine è semplificazione, un esempio è l'app Monhey, un "telecomando" per la carta di credito», spiega Remo Taricani, responsabile Retail Italia

Eugenio Tornaghi, Head of Global Cards and Mobile Payments di UniCredit

UniCredit: un’unica Mobile App per tutti i tipi di pagamenti

In questa videointervista Eugenio Tornaghi, Head of Global Cards and Mobile Payments della banca, spiega la strategia di unificazione che convoglierà nello smartphone anche operazioni finora gestibili solo con contanti. «Apple e Samsung non ci preoccupano, anzi faranno decollare il proximity payment»

Appathon, UniCredit spiega il suo contest di App: «I clienti della banca si aspettano servizi “stile Amazon”»

Pochi giorni fa è scaduto il termine delle iscrizioni all'evento del 7 e 8 novembre a Milano, Monaco e Vienna. «Un modo per attirare giovani talenti del digitale, che portano valore per le App che sviluppano e la discontinuità culturale che introducono», spiega il vice direttore generale Paolo Fiorentino

Mobile Banking, gli utenti italiani crescono dell’82%: sono 4,4 milioni. 8800 le App scaricate ogni giorno

Tutte le banche offrono i servizi base per Smartphone e il 77% anche per Tablet. Forte incremento dell’offerta di App dedicate (Mobile POS, Wallet, Trading, Customer Care, Personal Financial Management), mentre emergono nuovi servizi, funzioni, e offerte ad hoc per segmenti (small business, giovani, corporate). I responsi dell’Osservatorio Mobile Banking di ABI Lab e Politecnico di Milano